Statuto FADOI Toscana

Denominazione, sede, scopi.

Articolo 1
E’ costituita l’ASSOCIAZIONE DEI DIRIGENTI OSPEDALIERI INTERNISTI DELLA TOSCANA, denominata F.A.D.O.I./Toscana (Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti/Toscana); l’associazione non ha finalità politiche, sindacali, né scopo di lucro ed è regolata dal Codice Civile e dalla lettera C art. 87 DPR 22.12.1986, n 197.

Articolo 2
L’Associazione ha sede presso la residenza del Presidente pro-tempore.

Articolo 3
L’Associazione ha gli scopi indicati nello STATUTO della F.A.D.O.I. NAZIONALE, di cui fa integralmente parte.

Soci

Articolo 4
Le regole associative e le eventuali incompatibilità sono quelle previste dallo STATUTO NAZIONALE.

Articolo 5
Gli organi dell’Associazione sono

  • l’Assemblea dei Soci
  • il Consiglio Direttivo
  • il Presidente
  • il Vicepresidente (Presidente Eletto)
  • la Delegazione Regionale che rappresenta la Toscana presso l’Assemblea Nazionale F.A.D.O.I.

Articolo 6
I soci sono convocati in Assemblea Ordinaria dal Consiglio Direttivo una volta l’anno in occasione del congresso regionale.  La convocazione è unica e resa pubblica nel programma del congresso inviato ai Soci per posta elettronica o con il pieghevole cartaceo.
Le Assemblee Straordinarie possono essere convocate dal Presidente,dalla maggioranza assoluta del Consiglio Direttivo o su proposta di almeno un quarto dei Soci in regola con il pagamento della quota associativa.

Articolo 7.
L’Assemblea Ordinaria è validamente costituita qualunque sia il numero dei Soci presenti.
L’assemblea delibera,a maggioranza assoluta dei presenti, sulla nomina dei membri del Consiglio Direttivo,sulle proposte programmatiche contenute nell’ordine del giorno e su quant’altro demandato per legge o statuto.Le Assemblee Straordinarie devono essere convocate mediante comunicazione scritta e/o e-mail inviata almeno 10 giorni prima. L’avviso deve indicare il luogo,il giorno,l’ora della riunione,nonché riportare l’ordine del giorno. Dovrà indicare anche il luogo,il giorno, l’ora della seconda convocazione.
L’Assemblea Straordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno la metà più uno dei Soci,ed in seconda convocazione qualunque sia il numero dei Soci  presenti

Articolo 8
Hanno diritto ad intervenire all’Assemblea  tutti i Soci ordinari in regola con il pagamento della quota associativa dell’anno precedente ed i Soci Onorari.
L’Assemblea è presieduta dal Presidente o, in sua assenza dal Vice Presidente o, in assenza di questi, dal Membro del Consiglio Direttivo più anziano in età.

Articolo 9

Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto da  12 Membri,più il Presidente e l’immediato Past President. I Membri del consiglio direttivo sono eletti dai Soci  ordinari in regola con il pagamento della quota associativa dell’anno precedente.
Sono candidabili alle elezioni per il Consiglio Direttivo tutti i Soci in regola con il pagamento della quota associativa dell’anno precedente che ne faranno richiesta  30 giorni prima delle elezioni al Presidente a mezzo e-mail.
I Candidati dovranno essere distinti in due liste, una ( lista A) dei Dirigenti Medici con incarico di Struttura Complessa ed una (Lista B ) dei Dirigenti Medici con altri incarichi. Gli eletti dovranno essere 6 Dirigenti Medici per ciascuna delle due liste.
Dovrà essere  promossa la presenza femminile e la partecipazione di soci con età inferiore ai 40 anni.
Il consiglio Direttivo eletto dura in carica tre anni ed i suoi Membri sono rieleggibili.
Ogni avente diritto al  voto può esprimere 4 preferenze, 2 per la lista A ,2  per la Lista B.
Il diritto al voto può essere esercitato anche per delega scritta: sono ammesse al massimo due deleghe per votante.
 I Membri eletti del Consiglio Direttivo, durante il triennio del mandato, potranno essere sostituiti in caso di rinuncia per giustificata causa dai Dirigenti Medici secondo l’ordine delle preferenze ottenute.

Articolo 10
Il Presidente
Il Presidente viene eletto ogni tre anni dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta.
Sono eleggibili a Presidente tutti Membri del Consiglio Direttivo.
Il Presidente eletto svolge inizialmente funzione di Vice Presidente.
Il Presidente ha le prerogative previste dallo Statuto Nazionale FADOI e rappresenta la Toscana al Consiglio Direttivo Nazionale.

Articolo 11
Segretario e Delegazione Regionale
Il Consiglio Direttivo nomina il Segretario ed i Membri della Delegazione Regionale che rappresentano la Toscana nell’assemblea Nazionale della FADOI.
Il segretario coadiuva il Presidente,cura i Verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo e delle Assemblee dei Soci. Custodisce tutti i documenti della Associazione.
Per quanto attiene la Tesoreria l’Associazione fa  riferimento al Tesoriere Nazionale.
La Delegazione Regionale è composta secondo quanto previsto dallo Statuto Nazionale.

Articolo 12
Il Consiglio Direttivo si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario e comunque non meno di una volta ogni tre mesi. Viene convocato per lettera, fax, telefono, posta elettronica.
Il Consiglio Direttivo è validamente costituito quando sia presente la maggioranza assoluta dei suoi membri in carica.
Non sono ammesse deleghe.
Le deliberazioni del Consiglio Direttivo sono prese a maggioranza assoluta dei voti dei membri presenti; in caso di parità prevale il voto del Presidente.
Delle riunioni del Consiglio Direttivo viene redatto un verbale a cura del Segretario. Il verbale viene firmato da questo e dal Presidente.

Articolo 13.
Alle riunioni del Consiglio Direttivo partecipa con diritto di voto l’immediato Past President.
Al Consiglio Direttivo possono aggregarsi, senza diritto di voto, il Referente Animo della  Toscana e tutti i Past President che saranno definiti Consiglieri Onorari.

Articolo 14
Il Presidente rappresenta legalmente l’Associazione nei confronti di terzi ed in giudizio. In sua assenza o impedimento tali funzioni saranno svolte dal Vicepresidente.
Per quanto attiene ai Probi Viri l’Associazione fa riferimento all’Organo Nazionale.

Scioglimento, liquidazione

Articolo 15
Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea dei Soci Ordinari, la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori e delibererà in merito alla destinazione del patrimonio sociale ad Enti non aventi scopo di lucro.

Articolo 16
Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si fa riferimento alle norme del Codice Civile e alle altre leggi vigenti in materia di Associazioni.

Viene abolita la norma transitoria del precedente statuto

 

Login

Prima di eseguire il login è necessario accettare l'informativa sui cookie.



© 2008 - 2019 Fadoi Toscana - All Rights Reserved.
..Another Tigicongress creation
Visita www.diretteweb.it, oltre 1500 relazioni mediche GRATUITE!